Come funziona il concetto Tank in Tank?


La caldaia è collegata al circuito primario del bollitore ACS: il termostato del bollitore avvia il circolatore collegato alla caldaia quando la temperatura scende sotto il setpoint programmato. Il calore dalla caldaia viene trasferito al bollitore attraverso lo scambiatore (la parete del "serbatoio" interno) e riscalda l'acqua calda sanitaria secondo la temperatura impostata.

I vantaggi del sistema Tank in Tank


Elevata superficie di scambio e ridotti tempi di ricarica

La minima distanza tra i due serbatoi insieme alla particolare ondulazione del Tank interno accelera lo scambio di calore e quindi le performances di acqua calda sanitaria, riducendo al minimo i tempi di ricarica. A parità di capacità il Tank in Tank produce il doppio rispetto ad un tradizionale bollitore.

Isolamento ottimale

La coibentazione è in schiuma di poliuretano morbido, rigido o in lana di roccia di forte spessore che riduce le dispersioni, garantendo una efficienza costante.

Massima igienicità: funzione anti-legionella

I batteri della legionella sono microrganismi che possono causare malattie respiratorie gravi. Le legionelle sono presenti negli ambienti acquatici naturali e artificiali e possono sopravvivere con una temperatura dell'acqua compresa tra i 5,7 e i 55 °C, mentre hanno il massimo sviluppo con una temperatura dell'acqua compresa tra i 25 e i 42 °C. Essi possono essere eliminati entro qualche ora quando la temperatura è superiore a 50 ° C, o in pochi minuti se le temperature superano i 60 ° C. Si raccomanda quindi di non stoccare mai ACS ad una temperatura inferiore a 60 ° C.

I bollitori con sistema Tank in Tank ACV consentono di stoccare l’acqua calda sanitaria ad una temperatura uniforme in tutto il bollitore, in modo da garantire il raggiungimento di temperature sufficientemente alte anche nella parte bassa del bollitore (termostato ACV tarato di serie con temperatura minima 60°C), evitando quindi zone di acqua tiepida in cui può proliferare la legionella. Il rischio di una proliferazione batterica è inoltre ridotto dall’assenza dell’anodo al magnesio, che può essere ambiente ideale per lo sviluppo della legionella.  

La funzione anti-legionella del sistema tank in tank avviene per shock termico; è necessario pertanto che le temperature raggiunte all’interno del bollitore siano sufficientemente elevate. L’azione termica anti-legionella è limitata all’acqua contenuta all’interno bollitore.

Funzione auto-disincrostante: manutenzioni ridotte, efficienza costante

Il serbatoio interno è libero di muoversi al variare della pressione ed è caratterizzato dalla ondulazione della parete che ostacola l’aderenza del calcare, garantendo continuità di rendimento.
60% di calcare in meno rispetto ad un tradizionale serpentino.

Manutenzioni ridotte - Bassi costi di gestione

La scelta dell’acciaio inox, il materiale inossidabile per eccellenza, consente di eliminare l’anodo di magnesio, normalmente impiegato per proteggere il bollitore dal rischio di corrosione. Pertanto il sistema Tank in Tank di ACV non necessita di manutenzione annuale.